Effetto delle uova, ruolo della quantità

Effetto delle uova, ruolo della quantitàEffetto delle uova, ruolo della quantità

Sia i prodotti lattiero – caseari che la carne, rispetto al solito, sono caratterizzati dal grasso dei loro grandi quantitativi di alimenti e non dal contenuto proteico, e – come è già stato detto-questo vale anche per le uova. Tuttavia, vi è una differenza significativa di efficacia, in quanto vi è molto meno bisogno di grasso d’uovo, vale a dire uova(tuorli), per quanto riguarda la quantità di alimenti su scala umana che possono essere consumati contemporaneamente, di qualsiasi altro grasso (e quindi di qualsiasi alimento).

Quante uova possono causare contrazioni e quanto il metodo di preparazione può influenzare l’effetto del prodotto. le curve mostrate nella figura ce lo dicono.

Differenza tra uova e uova morbide

Non c’è differenza significativa tra uova molli e uova dure nella dimensione della contrazione indotta, ma si svolge leggermente più lentamente delle uova sode, che coinvolgono non solo il consumo a freddo ma anche una digestione più lenta.

Differenza tra uova e uova morbide

L’uovo molle (caldo) induce un recupero più lento della cistifellea, probabilmente perché la sua migliore digeribilità e un assorbimento più rapido non induce il fegato a operare di più. Ma queste differenze non sono rilevanti, quindi è quasi la stessa cosa se mangiamo uova sode o una specie di piatto di uova di consistenza soffice, che si tratti di uova morbide, uova fritte, uova strapazzate, omelette o pancetta, prosciutto e uova.

Tuttavia, la quantità di uova influisce sul grado di contrazione. Un uovo fa sì che la cistifellea si riduca a “solo” due terzi, e questo tasso è di 6 g, cioè, poco più di mezzo G (!) è innescata da grasso d’uovo, che può essere considerato solo come feci “piccole” rispetto alle tre uova.

Vantaggio dei piatti a base di uova

Il consumo di due uova rappresenta già circa tre quarti del contenuto della cistifellea, per cui, secondo l’approccio tradizionale, provoca un buon contrasto, anche se è lungi dall’essere soddisfacente dal punto di vista operativo. Perché né il grado di contrazione né il recupero relativamente rapido servono a una buona digestione. Questo è, naturalmente, relativo, poiché ci sono pochi alimenti ordinari – anche in quantità facili da mangiare – che possono innescare questa “cattiva” efficienza.

Vantaggio dei piatti a base di uova

Se le uova sono preparate con un pasto – pancetta omelette omelette, prosciutto e uova, grasso omelette è utilizzato, la cistifellea inizierà a saturare più tardi e lentamente.

  • Nella cistifellea quasi completamente vuota non ci saranno “residui”, che è così necessario per il buon funzionamento del corpo comunque, ma entrando nell’intestino tenue – parzialmente assorbito nel sangue – aiuta significativamente il normale metabolismo.
  • Il più grande vantaggio dei piatti a base di uova è che la parte più importante del nostro cibo è che operano nella parte finale responsabile del sistema digestivo e del metabolismo, e in una quantità facile da mangiare. Per un effetto simile da altri alimenti, sono necessarie porzioni abbastanza grandi (il fegato canoa da 10-15 kg non è piccolo, ed è meno spesso posto nel nostro menu rispetto alle uova).
  • Considerando le abitudini alimentari di una vasta gamma di popolazioni, da 383 colture ad una fonte proteica – di gran lunga la più frequente – in 363 polli e uova serviti (94%), bovini e latte solo in quasi 200 (51 %), suini neanche a metà (47 %), pesci seguiti da (42%) e ovini (28%) come semplice curiosità: carne di cane e di ratto nell ‘ 11%.

Anche in termini molto bassi, le uova sono uno degli alimenti più comunemente consumati nella categoria della carne. Questo gruppo è anche classificato dai nutrizionisti di tutto il mondo, forse solo nel nostro paese è stato incluso nel Sommario “altri alimenti”, che è raramente e in piccole quantità consigliato per l’inclusione in una dieta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *